Offerte Capodanno 2020 a Ischia

Papaccelle sott’aceto

Papaccelle sott’aceto

La papaccella (o papaccella napoletana) è un peperone dolce polputo di dimensioni ridotte rispetto ai tradizionali peperoni. Solitamente, infatti, non supera i 10 centimetri di diametro e ne esistono almeno due tipologie: riccia e liscia. I colori di quest’ortaggio sono quelli classici dei peperoni: rossi, gialli e verdi. Le papacelle generalmente vengono consumate fresche (all’insalata) e saltate in padella. Oggi, però, vediamo come vengono conservate sott’aceto per abbinarle poi alla carne, soprattutto quella di maiale. La papacella è un prodotto agroalimentare tradizionale della regione Campania ma viene coltivata anche in altre regioni del sud Italia. La raccolta inizia a fine giugno e termina a novembre quando le temperature iniziano ad abbassarsi considerevolmente. La seguente foto mostra una pianta di papaccelle riccie in uno dei tanti orti di Ischia.

pianta di Papaccelle ricce in un orto di Ischia

Informazioni

  • Tempo di preparazione: 15 min
  • Tempo minimo di attesa: almeno 1 mese, non aprire prima.
  • Difficoltà: bassa

Ingredienti e attrezzatura

  • 20 papaccelle
  • 2 litri di aceto di vino bianco (c’è chi preferisce quello di vino rosso)
  • 1 barattolo di vetro grande con guarnizione di chiusura
Papaccelle, aceto e barattolo di vetro, tutto l'occorrente

1) Per prima cosa bisogna lavare le papaccelle;

Papaccelle lavate

2) per asciugarle basta usare un canovaccio da cucina o della carta assorbente tipo rotolone.

Papaccelle su canovaccio, asciugatura

3) Mettere le papaccelle nel barattolo di vetro. Attenzione, però, prima di poter essere utilizzato occorre sterilizzarlo: ci sono diversi metodi, noi l’abbiamo tenuto in forno a 120 gradi per circa 5 minuti, dopodiché l’abbiamo usato solo una volta tornato a temperatura ambiente.

Papaccelle nel barattolo

4) Riempire il barattolo di aceto cercando di tenere le papaccelle al di sotto del liquido, cosa non semplice visto che, specie nei primi giorni, galleggiano. Nota bene: bisogna lasciare aperto il barattolo qualche ora prima di chiuderlo.

Riempire di aceto il barattolo con le papaccelle
barattolo aperto, pieno di aceto e papaccelle

Consiglio: qualora non riusciate a tenere completamente immerse le papaccelle potete aiutarvi utilizzando un pressello. Si tratta di una sorta di rete plastificata (ovviamente adatta agli alimenti) dotata di piedini distanziatori, e si inserisce tra il coperchio del barattolo e le papaccelle in modo da pressarle verso il basso e tenerle completamente immerse nell’aceto. Ne esistono di diverse dimensioni (vedi foto).

pressello

5) Conservare le papaccelle in luogo asciutto e attendere almeno un mese prima di aprire il barattolo.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.